Content Marketing: definizione, strategia e 5 esempi da tener d’occhio 

di Martina Manuli, studentessa della II edizione di Digital Marketing Master

S

e ne sente parlare sempre più frequentemente, ma che cosa è esattamente il Content Marketing? Proviamo a darne una definizione.

Il Content Marketing è una tipologia di marketing che prevede la creazione e condivisione di contenuti al fine di stimolare interesse ed engagement del target definito, con lo scopo finale di monetizzare.

I contenuti possono essere di varia tipologia:

  • blog post
  • guide
  • infografiche
  • newsletter
  • foto e immagini
  • video
  • sondaggi
  • webcast
  • webinar
  • report e case studies
  • ebook

Ma per ottenere risultati efficaci, la scelta di una tipologia di contenuti piuttosto che un’altra deve nascere da una precisa strategia.

Che cos’è la Content Strategy?

La Content Strategy riguarda la pianificazione, la gestione dei contenuti allineati agli obiettivi di business. Influenza lo sviluppo, la produzione, la presentazione, la valutazione, la misurazione dei contenuti. In sintesi è ciò che rende i contenuti stessi efficaci per lo sviluppo dell’azienda. 

Quando pianifichi una Content Strategy, devi tenere ben in considerazione:

  • chi sono le persone a cui ti stai rivolgendo
  • quale bisogno puoi soddisfare e in che modo 
  • come puoi comunicare efficacemente
  • in che modo puoi distinguerti 
  • quali formati puoi utilizzare
  • come realizzarlo concretamente
  • il tempo e il budget a tua disposizione
  • quali canali promozionali impiegare per promuovere il tuo contenuto

Come creare una strategia efficace di Content Marketing?

1. Analizza il contesto

In questa fase dovrai analizzare tutto ciò che riguarda l’azienda per poter valutare punti di forza e di debolezza, opportunità e minacce.

2. Studia la concorrenza

L’analisi della concorrenza è una fase importantissima per capire cosa fanno gli altri dal punto di vista della Content Strategy. Potrebbero esserti utili tool che monitorano le menzioni su social o SEO tool per osservare il risultato di determinati contenuti sulla serp.

3. Raccogli informazioni sui tuoi clienti

Controlla quali tipi di siti i tuoi potenziali clienti stanno già visitando, i contenuti con cui interagiscono e su quali piattaforme di social media condividono abitualmente.

4. Punta sugli obiettivi

Ricorda, gli obiettivi devono essere sempre SMART, acronimo che sta per:

  • Specific, specifico
  • Measurable, misurabile con i numeri
  • Achievable, realizzabile
  • Realistic, realistico
  • Time-constrained, con una scadenza

5. Pianifica con anticipo

In questa fase dovrai decidere il timing, ovvero quando pubblicare cosa, con quali ritmi, rispettando le scadenze e soprattutto il budget. Come? Con il calendario editoriale, un documento in cui indicherai cosa pubblicare, quando e come.

6. Misura i tuoi risultati

Sfornare contenuti senza analizzare il feedback degli utenti è come avere una conversazione telefonica in muto. Devi sapere cosa è piaciuto, cosa non gli è piaciuto e perché. I report ti aiuteranno a dare un senso ai dati raccolti.

5 esempi di Content Strategy innovativi ed efficaci

1. Rolex

La sfida per il marchio Rolex è stata quella di dover trovare una Content Marketing Strategy attuale e innovativa pur mantenendo un brand image di un marchio tradizionale e classico.

 

Come? Creando molto contenuto fotografico per i loro social media, in particolare Instagram. Il contenuto pubblicato da Rolex è estremamente curato e ogni foto, video o articolo hanno un tema comune: l’eleganza e il minimalismo. Il concetto alla base di questa efficace strategia è che è indirizzata ai consumatori target del marchio che si rivedono nelle immagini sofisticate e raffinate pubblicate dal brand.

 

2. Whole Foods

La catena di supermercati americana recentemente acquistata da Amazon si definisce “America’s Healthiest Grocery Stores” (i supermercati più salutari d’America). Infatti il marchio Whole Foods è diventato un brand di life style promotore di una vita sana e bilanciata.

 

Questi principi si riflettono nella loro strategia di Content Marketing puntando, a differenza di Rolex, sulla pubblicazione di articoli e ricette dal tone of voice inclusivo.

 

3. Gymshark

Questa giovane azienda britannica produce capi di abbigliamento sportivo.
Il loro obiettivo consiste nel far immedesimare i consumatori con il loro brand giovane e accessibile. Come ottengono questo risultato? Attraverso gli influencer del settore fitness.

4. Nike

Ha scelto di avere un account per l’assistenza ai consumatori separato da quelli ufficiali. @NikeSupport è un ottimo esempio di interazione positiva azienda-cliente. Se scorri i tweet e le risposte vedrai che sono estremamente rapidi nelle risposte e in 140 caratteri Nike dimostra che è lì per i suoi clienti – con frasi del tipo “dacci un grido se hai bisogno di aiuto”.

5. Coca Cola

Nella campagna ”Share-a-Coke”, l’azienda produttrice di bevande è riuscita a far sentire speciale e unica ogni persona che consuma la bevanda.

Come? Semplice, stampando nomi propri su bottiglie e lattine. Il risultato? Improvvisamente molte persone hanno iniziato a identificarsi con il prodotto. Coca-cola è riuscita a creare un’esperienza di condivisione: tutte le persone che acquistavano il loro prodotto erano stimolati a condividere sui social l’esperienza.

Di Martina Manuli, studentessa della II edizione di Digital Marketing Master

Tags: digital marketing master

Pubblicato il: 14 Maggio 2018