Smart City: respirare aria pulita con Air2

Gli studenti di UX Design Master e CodeMaster vincono l’hackathon Smart Human Habitat, durante il Festival Supernova

Sviluppare un spazio sociale condiviso e connesso per costruire uno sviluppo sostenibile con l’ambiente naturale. Questo l’intento dell’hackathon Smart Human Habitat promosso da a2a Smart City e organizzato da Talent Garden in collaborazione con CSMT, Brescia Mobilità, SocialCar, la direzione tecnica di Ultrafab, con il patrocinio di Y4TP e il supporto di Gulliver Srl.

Ad aggiudicarsi il premio di 2.000 euro i nostri studenti della II edizione di UX Design Master e della III edizione di CodeMaster: Filippo Perlini, Matteo Giacomo Fiorio, Alessia Crupi, Massimo Santi e Vincenzo Russo.

Il loro progetto?

AIR2 – COMMUTE HEALTHIER, l’applicazione che permette di respirare aria pulita.
Sì proprio così.

Air2 permette agli utenti di fare attività fisica o di andare al lavoro percorrendo tragitti alternativi che non hanno come obiettivo guadagnare tempo, ma garantire alle persone di respirare aria pulita.

Questo quello che afferma Filippo Perlini, uno dei vincitori del Super Hackathon.

Come è possibile tutto questo?

Grazie ad alcuni sensori applicati su ogni mezzo pubblico della città che rilevano i tassi di allergeni e le sostanze tossiche presenti nell’aria, mappando, così, aree ad alto o basso tasso di inquinamento. Dati preziosi, quindi, che potrebbero essere utilizzati anche per modificare l’urbanistica o rendere a transito pedonale alcune zone della città. Durante l’hackathon sono stati messi a disposizione i big data relativi al trasporto pubblico bresciano (autobus, metro, parcheggi, bike sharing), permettendo ai partecipanti di progettare modelli potenzialmente scalabili su ogni città europea aderente al progetto.

La proposta degli studenti di TAG Innovation School si è dimostrata sicuramente tra le più coerenti rispetto al concept del Festival Supernova di quest’anno, Tecnologia e Innovazione nell’Ambiente Condiviso, finalizzato ad analizzare i cambiamenti che la tecnologia e l’innovazione determinano sull’ambiente e viceversa.